17 Giugno 2016

Note di un misantropo cristiano

Svetlana Panič

Filologa, traduttrice, è ricercatrice presso l’Istituto Solženicyn “Casa dell’Emigrazione russa”, Mosca.

Ascolto discorsi sublimi e intelligenti, e penso tristemente, anzi con pena: «Ma perché, perché mentre pronunciamo facilmente e con piacere quelle parole elevate, noi tutti, “dei quali il primo sono io” come dice la preghiera, facciamo tanta fatica a capire che per ognuna di queste parola dovremo pagare… un prezzo che io, ad esempio, non sono disposta a pagare?…».