di Vladimir Zelinskij

20 anni di sacerdozio, e non possiedo nulla

26 Settembre 2019

Visto da lontano, il sacerdozio affascina per la vicinanza con Dio. Sembra che appena passata la soglia, già vi si è dentro. Ma la vicinanza si ritira.

di Vladimir Zelinskij

Jean Vanier, luce di un padre

8 Maggio 2019

Nel ricordo commosso che tanti ortodossi oggi fanno di un «padre dei poveri» come Jean Vanier, si tocca con mano che il cuore della fede è uno, e la santità un bene condiviso.

di Vladimir Zelinskij

Gorbačev, che nessuno amava

12 Marzo 2019

La politica ci ricorda che il 2 marzo Michail Gorbačev ha compiuto 88 anni. Nei suoi confronti ci sono due sentimenti incredibilmente condivisi da noi tutti: la più radicale condanna, che può venire dall’odio istintivo per il tradimento o dal disprezzo perché si è fermato a metà; e il rifiuto altrettanto radicale di volerci capire qualcosa lasciando da parte cliché ed emozioni.

di Vladimir Zelinskij

La Giornata della memoria, e le altrui colpe

28 Gennaio 2019

La memoria, quella vera e non sentimentale, ci deve trovare vulnerabili al dolore degli altri

di Vladimir Zelinskij

Era il 5 gennaio 1951

10 Gennaio 2019

In internet ho intravisto una fotografia del funerale dello scrittore Andrej Platonov, il 5 gennaio 1951. Probabilmente, io che scrivo rimango oggi l’ultimo ad aver visto e a ricordare il […]

di Vladimir Zelinskij

Un pensiero semplice, in mezzo alle polemiche

13 Settembre 2018

Non vorrei stuzzicare i lettori russofoni con i miei discorsi, ma c’è nella storia dell’autocefalia ucraina un particolare su cui nessuno, fra quanti scrivono con intelligenza, con rabbia, con micidiale […]

di Vladimir Zelinskij

La fatalità chiede l’abisso del silenzio

26 Aprile 2018

Mi chiederete cosa c’entra l’icona. L’icona della Vergine è colma di silenzio. Davanti a quello che è successo ai bambini a Kemerovo non si trovano parole adeguate. C’è il cordoglio, […]

di Vladimir Zelinskij

È più facile credere nei miti

16 Marzo 2018

«Fino alle terrose zucche di mugico Giungeva e s’allargava la voce, che per i contadini adesso combattevano certi “bol’šaki” Oh, oh, oh! Che forza!»Così sbraitava Majakovskij nel poema Bene!, proprio […]

di Vladimir Zelinskij

Un film, la nostra vita

7 Febbraio 2018

Morto Stalin, se ne fa un altro. Sin dal primo minuto ho avuto la sensazione del déjà vu. Non saprei neanche dire se è un buon film o no. È […]

di Vladimir Zelinskij

Il lavoro dell’arte

5 Giugno 2017

Qualsiasi frase può venire navigando fino a noi come un barcone molto carico, e anche se non lo vediamo per intero il carico, c’è, sta giù in basso, nella stiva. […]

di Vladimir Zelinskij

Nunc dimittis

30 Dicembre 2016

Il funerale di padre Romano Scalfi, giorni fa a Seriate. La chiesa parrocchiale piuttosto spaziosa non riusciva a contenere le centinaia e centinaia di persone convenute. Decine di sacerdoti. Splendida […]

di Vladimir Zelinskij

7 novembre

8 Novembre 2016

99 anni fa satana è salito dal regno delle tenebre richiamato dalla guerra, si è sgranchito misurando le forze, presa la rincorsa, ha colto l’attimo e ha spinto la Russia […]

di Vladimir Zelinskij

Un grazie particolare

27 Settembre 2016

Ringrazio di cuore tutti quelli che mi hanno fatto gli auguri di compleanno, e soprattutto quelli alla cui voce non ho fatto in tempo a rispondere personalmente. E grazie anche […]

di Vladimir Zelinskij

Noi ortodossi d’Italia e il terremoto

29 Agosto 2016

Il terremoto ha scosso questo paese, e il nostro esserne parte si definisce ora da quanto questo evento ci tocchi in profondità. Da quanto nei nostri cuori si percepisca la […]

di Vladimir Zelinskij

Disinnescare l’odio

19 Luglio 2016

La folla festosa radunata sulla Promenade des Anglais di Nizza non poteva neppure immaginare di essere portatrice di tanti simboli ostili. Non sapeva nemmeno di apparire solo come un pezzo […]