8 Ottobre 2018

La Pasqua e l’inaccettabile divisione

Andrej Bloom

Nel 1996 Mosca interruppe la comunione eucaristica con Costantinopoli a causa della Chiesa ortodossa estone che chiedeva l’autocefalia da Mosca. Allora il metropolita Antonij di Surož, nel sermone pasquale, richiamò il suo patriarca al dovere dell’unità.

Desidero aggiungere alcune parole a braccio, mi rivolgo in particolare al patriarca Aleksij.
Santità! Monsignore! Mi rivolgo a Lei come al venerabile capo della nostra Chiesa e come a un vecchio amico, perché Lei non ha mai respinto la mia amicizia. Per la prima volta in tutta la mia vita, per la prima volta nella vita di molti, abbiamo celebrato la Pasqua esultando per la vittoria di Dio e al tempo stesso piangendo su noi stessi e sulla nostra indegnità umana.

La lettura dell’articolo completo è riservata agli utenti abbonati, effettua il login o abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

Andrej Bloom

Antonij (1914-2003), metropoolita di Surož (al secolo Andrej Bloom), esarca per l’Europa occidentale del Patriarcato di Mosca, guidò in particolare la Chiesa ortodossa russa in Gran Bretagna e Irlanda. Pastore e teologo fra i più autorevoli del XX secolo, autore di pubblicazioni apprezzate in tutto il mondo.

 

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI
Tags:

Abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

ABBONATI