7 Giugno 2022

Linee guida per la denazificazione dell’Europa (Russia compresa)

Alberto Leoni

L’inconsistenza delle pretese russe di «denazificare» l’Ucraina appare dalla semplice memoria storica: fascismo e nazismo ebbero un oscuro fascino su centinaia di migliaia di europei. La vera denazificazione è innanzitutto un giudizio secondo verità.

Chi abbia una conoscenza di base della Seconda guerra mondiale sa bene come il fenomeno di adesione al nazifascismo sia un argomento ancora oggi non sufficientemente approfondito: forse perché si tratta di un argomento scomodo, forse perché è materia dove prevalgono, per numerosità, opere di studiosi di estrema destra.

Riprendendo quanto espresso da Putin all’inizio dell’articolo, si può concordare sulla necessità di procedere alla denazificazione non solo dell’Ucraina ma di tutta l’Europa, Russia compresa. Ma il metodo, va ricordato a tutti, è quello dell’inerme Mayr-Nusser.

La lettura dell’articolo completo è riservata agli utenti abbonati, effettua il login o abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

Alberto Leoni

Nato nel 1957, laureato in giurisprudenza. Storico e saggista, è esperto di storia militare e geopolitica. Per l’editrice Ares ha tradotto la storia del Risorgimento italiano di O’Clery e ha pubblicato diversi volumi tra i quali L’Europa prima delle Crociate (2010), Il Paradiso devastato. Storia militare della campagna d’ItaliaStoria delle guerre di religione. Dai catari ai totalitarismi e Addio mia bella addio: battaglie ed eroi (sconfitti) del Risorgimento italiano.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

Abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

ABBONATI