24 Aprile 2018

Offesi dalla realtà

Delfina Boero

A Ekaterinburg un parroco ortodosso sotto processo per aver paragonato Lenin a Hitler. Mentre nostalgici del comunismo e della monarchia si accapigliano, il tribunale ha prosciolto il sacerdote. Resta il malessere di una società che pensa ideologicamente.

Padre Evgenij Popičenko, parroco ortodosso di Ekaterinburg, è un sacerdote noto per il suo impegno caritativo e per i suoi interventi sui media locali in tema religioso e di attualità. Alcuni mesi fa è stato intervistato dal canale Sojuz, voce della diocesi di Ekaterinburg, e l’intervista è uscita anche sul settimanale ortodosso «Pravoslavnaja gazeta». Alla domanda se è proprio necessario cambiare i nomi a vie e piazze intitolate ai padri del regime sovietico, padre Evgenij ha dato una risposta molto chiara: «E perché allora non intitolare una via, per esempio, a Šamil Basaev, il terrorista islamico ceceno, o a Göbbels, o Göring? In fondo, Lenin e Hitler sono la stessa cosa: la loro natura, il loro odio per l’umanità, per la gente, le loro “opere” che hanno provocato tante sofferenze, dolore e sangue… sono due facce della stessa medaglia. È l’abitudine che con la sua forza di inerzia ci ha disabituati a pensare. (…) Magari per qualcuno Basaev è un eroe nazionale da celebrare, e quest’idea un po’ ci urta, invece quando si tratta di nomi nostri, cui siamo abituati… Nessuno cerca di andare a fondo del perché viviamo all’ombra di questi nomi ignobili. Insomma, quando la gente dice: “Ormai non siamo più abituati ai nomi prerivoluzionari”, “Questa riforma ha un costo”, quello che prevale è il calcolo …A noi la scelta fra convenienza e coscienza…».

Incitamento all’odio

Una cosa è certa, a rimanere «urtato» da queste parole è stato il colonnello in pensione Nikolaj Rjabčevskij, presidente dell’Unione dei veterani e di altre associazioni militari della regione.
Secondo Rjabčevskij le parole di padre Evgenij offendono milioni di persone, e istigano all’odio. Il colonnello ha deciso perciò di denunciare il sacerdote, e il 5 marzo sono iniziate le udienze preliminari del processo.

La lettura dell’articolo completo è riservata agli utenti abbonati, effettua il login o abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

Delfina Boero

È ricercatrice presso la Fondazione Russia Cristiana. Fra i suoi interessi, la storia e la cultura della Repubblica Democratica Tedesca, la vita religiosa e culturale in URSS, nella Federazione Russa e nelle ex Repubbliche sovietiche.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

Abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

ABBONATI