29 Febbraio 2016

Economia e società in Russia all’inizio del XX secolo

DI Redazione

Un contributo del professor Vladimir Morozan (Università di S. Pietroburgo)

Uno dei luoghi comuni sulla rivoluzione bolscevica riguarda la situazione economica della Russia: si sarebbe trattato di un paese arretrato, in ritardo rispetto al resto dell’Europa. In realtà la Russia, nonostante le contraddizioni, aveva un’economia abbastanza ricca di prospettive e una buona dinamica di sviluppo.

La lettura dell’articolo completo è riservata agli utenti abbonati, effettua il login o abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

Abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

ABBONATI