26 Aprile 2017

Ricostruire i ponti in Ucraina

Claudio Gugerotti

La carità del papa non si esprime solo a parole, ma anche con gesti concreti di aiuto. Così è per l’Ucraina. Sono gocce nel mare, ma sono piccoli passi che fanno ritornare la pace. La testimonianza del nunzio Gugerotti, ambasciatore del papa nel Donbass.

Il nunzio apostolico in Ucraina dal novembre 2015 è monsignor Claudio Gugerotti, arrivato mentre già si combatteva la guerra nel Donbass. Il nunzio conosce bene i paesi post-sovietici, dove svolge da molti anni il suo ministero. Come ambasciatore di papa Francesco è stato più volte nella «zona grigia» lungo la linea del fronte, intrattenendosi con la gente da entrambi i lati della barricata: non solo per trasmettere loro l’incoraggiamento del papa, ma anche per favorire la distribuzione trasparente degli aiuti umanitari raccolti dall’iniziativa senza precedenti «Il papa per l’Ucraina» .
Ricordiamo che attualmente nella «zona grigia» del Donbass si sta realizzando il piano di aiuti umanitari promosso da papa Francesco l’anno scorso. Rispondendo al suo appello, il 24 aprile 2016 in tutte le chiese cattoliche d’Europa si è svolta una raccolta di fondi a favore delle vittime della guerra nel Donbass, a prescindere da appartenenza etnica, religiosa e politica. In seguito il pontefice ha donato per questo scopo 5 milioni di euro del suo fondo personale. In tutto, la somma ha raggiunto i 10 milioni di euro. Per la distribuzione è stato creato un Comitato tecnico. Dal dicembre 2016 gli aiuti hanno cominciato ad essere distribuiti.
La vicinanza del pontefice a queste regioni martoriate è fatta di gesti concreti ma anche di messaggi non di circostanza, che esprimono un affetto sincero e una preferenza particolare. Il 25 dicembre nella cattedrale cattolica di rito latino di Sant’Alessandro a Kiev, il nunzio ha trasmesso a tutti i fedeli ucraini gli auguri del papa: «Cari fratelli e sorelle, in questo periodo così duro per il popolo dell’Ucraina, il papa vi augura una sola cosa: tenete alta la vostra dignità, fate sentire la vostra voce. E continuate a trasformare questa terra meravigliosa, dono di Dio, in un dono per tutti. Non solo per alcuni, ma per ognuno di voi». Poi monsignor Gugerotti ha aggiunto che «il secondo dovere di un cristiano è prendersi cura di questa terra, renderla migliore. “Ricamatela” bene come hanno saputo fare le vostre nonne, e rendete questa terra sempre più bella. Rendete più belli anche voi stessi. Che questa terra lavori e porti molti frutti, nonostante oggi sia devastata … il mio augurio e quello di papa Francesco è che usciate da questa chiesa ispirati da un immenso desiderio: cambiate questo mondo, rendetelo puro, rendetelo migliore. E non aspettate che qualcun altro lo faccia al posto vostro. Questo è il vostro compito: rendere questo paese una gioia per il mondo».
L’8-9 aprile durante un conferenza-stampa a Vinnica , il nunzio ha riflettuto sui motivi di divisione nel paese, che portano a «distruggere i ponti» materiali e interpersonali, ha parlato delle peculiarità della diplomazia vaticana, del silenzio apparente e delle «parole» reali di papa Francesco. Ne riportiamo ampi stralci.

La lettura dell’articolo completo è riservata agli utenti abbonati, effettua il login o abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

Claudio Gugerotti

Nato nel 1951, sacerdote dal 1982, ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Orientali, la licenza in Liturgia Pastorale e il dottorato in Scienze Ecclesiastiche Orientali. Nel 1985 ha iniziato il servizio presso la Congregazione per le Chiese Orientali. Nel 2001 è stato nominato nunzio apostolico in Georgia, Armenia e Azerbajdžan. Vescovo dal 2002, è stato nunzio apostolico in Bielorussia (2011) e, dal 13 novembre 2015, ricopre il medesimo incarico in Ucraina.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

Abbonati per accedere a tutti i contenuti del sito.

ABBONATI
La Nuova Europa

PORTALE DI INFORMAZIONE INDIPENDENTE
Direttore responsabile: Marta Carletti Dell’Asta
Redazione: via Tasca 36, 24068 Seriate (BG)
tel.: +39-035-294021
E-mail: redazione@lanuovaeuropa.org

Reg. Trib. Milano (8.11.1991) al n. 735
Fondazione Russia Cristiana
Partita Iva: 09245130969

© 2019 La Nuova Europa | Privacy Policy | Cookie Policy

Design e Sviluppo by VIVA!