Portale di informazione indipendente
Cultura

I fondamenti oggettivi della società

Berdjaev Nikolaj
Nella ferocia del lager Varlam Šalamov constatò «la straordinaria fragilità della cultura umana, della civiltà». Berdjaev lo constatò nel campo della politica, toccando il cuore del problema. A 100 anni dall’eccidio della famiglia imperiale.

L’andamento della rivoluzione russa ha mostrato che il nostro bisogno fondamentale ed essenziale è un bisogno di cultura, di sapere, abbiamo bisogno di un rapporto più cosciente con la vita sociale. Siamo circondati dalle tenebre e mossi da forze naturali...

ChiesaPoličany: un'oasi di preghiera nella società secolarizzata
Bonaguro Angelo
Agli inizi del nuovo millennio alcune trappiste di Vitorchiano sono state inviate in Repubblica ceca a fondare un nuovo monastero, che a fine mese diverrà abbazia. Un’oasi di preghiera, lavoro e accoglienza.

Poličany è una piccola località della Boemia centrale, sperduta tra i campi e i boschi che ne adornano le colline, a una sessantina di km a sud di Praga. L'insediamento, come altri della zona, gravita sulla vicina Křečovice, un borgo che per due secoli fu...

ChiesaI dolori del parto, o i nodi dell’autocefalia ucraina
Zelinskij Vladimir
Il problema dell’indipendenza da Mosca della Chiesa ortodossa ucraina è un nodo di Gordio apparentemente inestricabile. Ma non è solo questione di interessi politici contrastanti. Qual è il giudizio di fede? Un teologo russo risponde.

«Una donna che deve partorire, quando viene il suo momento, soffre molto» (Gv 16, 21). Se l’ortodossia nel suo insieme fosse una donna-madre, la nascita di ogni sua figlia – una Chiesa autocefala, – non sarebbe mai avvenuta senza dolore. Molto raramente l...

CulturaOrtodossi e cattolici non devono perdere la nostalgia dell’unità
Thiry Jean François
«Rossijskaja gazeta» l’organo di stampa ufficiale del governo russo, ha inviato una sua corrispondente a intervistare il direttore del Centro culturale Pokrovskie vorota, il cattolico Jean François Thiry. Ne è nato un dialogo non formale

Alla libreria Pokrovskie vorota (Le porte dell’Intercessione), che è pure un famoso centro culturale di Mosca diretto da un cattolico belga, vengono presentate molte novità interessanti, fra cui libri di autori ortodossi. Abituati come siamo a guardare il...

StoriaIdeologia tra i banchi di scuola. Come sono cambiati i manuali di storia
Kacva Leonid
,
Donskaja Ksenija
Con la caduta dell’URSS è cambiato in Russia anche il modo di raccontare la storia. Confrontando i libri di testo si vede il percorso dalle mitologie sovietiche al difficile recupero di un’identità. Un processo che può anche andare in senso inverso.

In Unione Sovietica per ogni materia c’era un libro di testo unico e tutti i libri venivano pubblicati dalla stessa Casa Editrice, «Prosveščenie». Le autorità ritenevano necessario mostrare agli alunni «l’inevitabile vittoria dell’idea comunista», «i meri...

CulturaForman, che voleva «far cantare» il pubblico
Dell’Asta-Zakharova Caterina
In memoria del regista Miloš Forman. Figlio dell’Est Europa, vittima di due totalitarismi, ha incontrato l’America ma non gli interessavano gli schieramenti politici. Lui cercava l’uomo e il suo insondabile mistero.

Il regista ceco Miloš Forman avrebbe avuto tutte le carte in regola per diventare l’oppositore modello di tutti i regimi del Novecento. Infatti, dopo aver perso entrambi i genitori nei campi nazisti, è anche diventato un membro di spicco di un gruppo di r...

SocietàDalla guerra non si torna
Dell'Asta Marta
Il giornalista russo Arkadij Babčenko, al centro di un recente caso di vero o falso attentato, a Kiev, è un uomo che ha fatto profonda esperienza della guerra. E che la racconta nel suo aspetto umano più terribile: l’impossibilità di liberarsene.

È davvero singolare il caso di Arkadij Babčenko, il giornalista russo fortemente antiputiniano riparato a Kiev, di cui il 29 maggio è stato annunciato l’assassinio e che il giorno dopo è riapparso vivo in una conferenza stampa; ed è un caso che farà discu...

SocietàSencov, l’importanza dei diritti umani
Redazione
Nella Russia moderna dei Mondiali di calcio si allunga l’ombra dei «prigionieri politici». Le organizzazioni per i diritti umani stanno rinascendo, e additano lo strapotere della polizia e della magistratura. Oggi al centro c’è il «caso Sencov».

Il 14 giugno, giorno d’inizio dei Mondiali di calcio a Mosca, si è compiuto un mese esatto da quando, nel lager «Orso polare» nella penisola di Jamal (estremo nord russo), il regista ucraino Oleg Sencov ha cominciato uno sciopero della fame a oltranza, ch...

Fondazione Russia Cristiana
Editoriale
EditorialeL’abbraccio dei patriarchi
Parravicini Giovanna

Qualche settimana fa, visitando Cipro con un gruppo di amici, mi ha colpito il giudizio dato da un abitante dell’isola rispetto alla tragica divisione che dal 1974 taglia in due l’isola in seguito all’occupazione turca dell’area settentrionale. Un giudi...

Acquista on-line
Attività editorialeVai allo shop

Le pubblicazioni de "La Casa di Matriona": libri, calendari, quaderni, dvd

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere news su: novità editoriali, viaggi, iconografie e attività della Fondazione

Bloggers
Ol'ga SedakovaContro il falso orgoglio
20 giugno
Tat'jana Krasnova La mamma è nel panico…
17 maggio
Svetlana PaničAttenzione al clima...
11 maggio
Vladimir ZelinskijLa fatalità chiede l’abisso del silenzio
26 aprile
Adriano Dell'AstaChe ne facciamo del vecchio «Credere obbedire combattere»?
8 dicembre
Ambrosiani
Mediateca
I profughi russi in Europa agli inizi del '900Video-mostra al Meeting di Rimini 2016
Itinerari
Viaggiare con Russia CristianaIl sito dedicato ai viaggi
Recensioni
Strumenti Formativi
Maestri del pensiero

- Sergej Averincev
- L. Giussani: l'Est e noi
- Bulgakov letto da p. Men'
- Hannah Arendt
- Tolstoj, il grido e le risposte

Percorsi della memoria

- Charta 77
- Gli Speziallager sovietici
- Il processo Sinjavskij-Daniel
- Solovki, le isole del martirio

Sussidi per insegnanti

- Lingua e socialismo
- Solženicyn e il febbraio 1917
- Solov'ev e Maometto
- Stalin a scuola oggi

Personaggi del dissenso

- Padre Bukowinski e i suoi figli
- Josef Zvěřina
- Esenin-Vol'pin: Partiamo dalla legge
- Evgenija Ginzburg: la vertigine del vero
- Quel ragazzo che lanciò il samizdat

Rivista semestrale
InformazioniQuaderno semestrale

I quaderni semestrali conterranno approfondimenti su temi specifici o gli atti dei convegni promossi dalla Fondazione