Portale di informazione indipendente

Teodor Romža

Collana «Testimoni»

Nella grande offensiva del regime sovietico contro la Chiesa cattolica unita, ci sono state deportazioni in massa di fedeli, l’arresto di vescovi e sacerdoti, ma raramente si è ricorsi all’assassinio politico. Fa eccezione il caso del vescovo unito Teodor Romža, che nel 1947 fu barbaramente eliminato. Uomo deciso e di grande autorità morale, punto di coesione della diocesi, Romža dava fastidio anche perché conosceva le manovre oscure di Nikita Chruščëv, allora segretario del partito in Ucraina. Tuttavia dopo la sua eliminazione i credenti si strinsero ancora di più nella resistenza ad oltranza. Dopo questo risultato “negativo”, il regime non ricorse più a soluzioni di questo tipo. Romža, perfettamente al corrente di quanto si preparava a suo danno, non cercò mai di sottrarsi alla morte, ma a più riprese si offrì consapevolmente per lasciare alla sua gente una viva testimonianza a Cristo. La biografia presenta la figura spirituale del vescovo e ricostruisce la drammatica vicenda dell’attentato.

Padre László Puskás, nato nel 1941, proviene da una famiglia di sacerdoti greco-cattolici; suo padre era amico e collaboratore del vescovo Romža.

László Puskás
pp. 190, ed. 2000
Collana «Testimoni»

Potrebbe interessarti anche...

Josyf Slipyj

LibriCollana «Testimoni»
9,26 €

Tre vie

LibriCollana «Testimoni»
8,26 €

Afanasij Sacharov

LibriCollana «Testimoni»
10,00 €

Pie-Eugène Neveu

LibriCollana «Testimoni»
5,26 €

Anna Abrikosova

LibriCollana «Testimoni»
10,00 €