Portale di informazione indipendente

Perché viva la memoria

Chiese profanate e distrutte nell’URSS

Dalla Russia un impressionante documento fotografico, ricco di oltre 200 immagini, 
sulle distruzioni inferte alla memoria storica e alla cultuta nazionale in nome del
l'Utopia totalitaria. Fallita l'Ideologia, sui luoghi un tempo sacri, invece delle 
are neopagane, domina la desolazione dell'uomo senz'anima, delI'uomo che - secondo l'espressione di Solženicyn nello scritto che apre questo libro - 
«si è messo a quattro zampe». Ma la memoria è tenace, la sua ricerca incessante: 
di questo testimonia, in particolare, il fatto stesso della compilazione di questo 
documento in Russia, nonché lo splendido saggio finale 
 il cui tema è il vandalismo 
dei «nuovi tatari» ma insieme l'eroica resistenza del popolo assoggettato.


AA. VV.
Perché viva la memoria, Chiese profanate e distrutte nell’URSS
pp. 232, ed. 1982