Portale di informazione indipendente

Skoda

Le radici ideologiche, la natura, la 
forma e le cause dell'ateismo militante negli Stati comunisti dell'Est

Francesco Škoda, già docente di ateismo 
comunista presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, 
affronta in questa agile e al tempo stesso approfondita trattazione 
i vari aspetti dell'importante problema – radici ideologiche, natura, 
forma e cause dell'ateismo militante negli Stati comunisti dell'Est 
europeo –, valuta l'interpretazione comunista del «dialogo» coi 
cristiani e della libertà di coscienza e religione e illustra la difficile 
situazione in cui vivono i credenti nei paesi socialisti e i relativi 
problemi di evangelizzazione. L'indagine, incalzante e incontrovertibile, documentata com'è sulle 
fonti originali, si ripropone di restituire al lettore la vera natura di quello che è stato l'ateismo comunista, nel convincimento che, contro le violenze e chiusure settarie, inganni tattici e velleità di impossibili 
«sintesi», l'unico reale presupposto di una vera convivenza, di un 
«dialogo» autentico tra posizioni ideali e dottrinali anche inconciliabili 
siano la reciproca conoscenza, il leale confronto, l'esplicazione libera e paritaria nella società civile.


Francesco Škoda
L’ateismo comunista sovietico
pp. 112, ed. 1983