Portale di informazione indipendente

Ascesi e Visione

Antiche icone della Carelia

Attraverso la collezione del Museo di arti figurative della Carelia, il lettore ha la possibilità di conoscere da vicino la tradizione spirituale e culturale, oltre che artistica, di questa regione settentrionale della Russia. La Carelia ebbe, nel corso dei secoli, una popolazione e una tradizione prevalentemente rurali, in cui l'elemento slavo si mescolava con quello ugro-finnico originando una civiltà assai interessante e peculiare. La caratteristica di quest’arte è costituita da un’ingenuità ed essenzialità nelle linee e nei colori, che ben rispecchiano la sobria natura di queste terre e dei suoi abitanti.
Oltre a tracciare un breve excursus storico, il testo monografico tratta estesamente il culto dei santi locali e quindi la religiosità popolare, lo sviluppo dell'architettura sacra in legno e dell'iconografia della regione, i suoi temi principali, negli aspetti che le sono peculiari e nell'intrecciarsi di tali aspetti con influssi provenienti dai centri russi più importanti, e dall'Occidente, in epoca più tardiva. Ne emerge – per la prima volta in Italia – un quadro d'insieme molto variegato e originale della Carelia, caratterizzata da una cultura popolare ricca e vivace, severa e profondamente religiosa.

Autore dei testi e curatore della pubblicazione è un autorevole studioso russo, Vladimir Platonov, vicedirettore del Museo di arti figurative della Carelia. Proprio sotto la guida di Platonov, sono state svolte negli ultimi decenni in tutta la Carelia spedizioni ricognitive che hanno consentito di mettere in salvo e catalogare prezioso materiale iconografico e archeologico.

V. Platonov Vladimir
Ascesi e Visione. Antiche icone della Carelia
pp. 50, ISBN 978-88-87240-55-8, ed. 2005