Portale di informazione indipendente

Icona e pietà popolare

Icone del XVIII-XIX secolo

Il quinto volume della storia dell'icona in Russia, da Pietro il Grande al XIX secolo

Con Pietro il Grande, a partire dall'inizio del XVIII secolo, la cultura russa si divide imboccando due strade divergenti: l'elite aristocratica segue sempre più diffusamente le mode occidentali, mentre il mondo popolare e la nascente borghesia continuano a vivere nell'alveo della cultura tradizionale, di cui l'icona è una componente fondamentale.
La produzione di icone si lega così al pittoresco mondo della pietà popolare: intorno a Mosca sorgono addirittura villaggi di iconografi, che immettono icone sui mercati di tutta la Russia introducendovi però anche, inavvertitamente, nuovi elementi presi dalle correnti artistiche ufficiali.
In seguito, la grande cultura russa del XIX secolo, con Dostoevskij e Leskov in particolare, recupererà l'icona e la spiritualità tradizionale preparando il processo di rinascita religiosa degli inizi del XX secolo.

AA.VV.
pp. 128, ed. 2001





TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

“Io faccio nuova ogni cosa”
L'icona nel XX secolo

L. Uspenskij: La teologia dell'icona
Per ripercorrere la storia e la teologia dell'icona