Portale di informazione indipendente

Dieci poeti: ritratti e destini

Dieci ritratti di grande fascino di Virgilio, Efrem Siro, Gregorio da Narek, Deržavin, Žukovskij, Ivanov, Mandel'štam, Brentano, Chesterton, Hesse.

L'insigne studioso russo Sergej Averincev (1937-2004) ha sempre riservato un occhio di riguardo alla poesia. Coltivandola egli stesso come autore di "versi spirituali" in proprio, si è scelto, in base al criterio dell'affinità, e potendo spaziare, con la sua sterminata cultura dall'antichità biblica a Hermann Hesse, dieci poeti con i quali parlare di poesia ma anche di Dio, della vita e della morte, dieci "interlocutori" di tempi e luoghi diversi che, con la loro speciale e grande vocazione poetica, hanno lasciato nella comune cultura dell'umanità un segno.
Sono nati così dieci ritratti di grande fascino, nei quali la piacevolezza della scrittura si sposa al rigore dell'analisi: una miniera di spunti innovativi e suggestioni assai stimolanti, oltre che per studenti e studiosi, per i semplici lettori.
I poeti sono: Virgilio, Efrem Siro, Gregorio da Narek, Deržavin, Žukovskij, Vjačeslav Ivanov, Mandel'štam, Brentano, Chesterton, Hermann Hesse.

Sergej Averincev
a cura di S. Rapetti
Premio Senatore Giovanni Agnelli 2001
pp. 316, ed. 2001





TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

«Mia sorella la vita». Boris Pasternak
Boris Pasternak, poeta, traduttore e scrittore di fama mondiale, è stato un punto di riferimento e di certezza per intere generazioni in URSS.

Michail Bulgakov. Passeggiando su un raggio di luna
L’opera dello scrittore Michail Bulgakov (1891-1940)

Il destino di poeta
Un'ampia scelta dell'opera poetica di Šalamov, il vertice della sua maturità di artista

L'eremo di Optina e i Grandi della cultura russa
Una modesta comunità monastica in una cittadina secondaria della provincia russa, cui verso la metà del secolo scorso affluivano folle di pellegrini di ogni ceto, condizione sociale e formazione culturale

Il dramma della libertà. Saggi su Dostoevskij